I viaggi e la moda sono un’accoppiata perfetta per quasi metà dei viaggiatori di tutto il mondo: il 48% di loro crede infatti nell’importanza di apparire al meglio in vacanza. Che sia funzionale o all’ultima moda, un guardaroba vacanziero è una parte importante di qualunque viaggio, sia in fase preparatoria che durante la vacanza stessa.

Una ricerca condotta da Booking.com su 21.500 viaggiatori da 29 Paesi svela come la moda influenzi il viaggio e la fiducia in noi stessi e che impatto abbia sulle nostre scelte stilistiche in vacanza e non solo.

Apparire al meglio, sentirsi alla grande

Le vacanze sono un momento in cui lasciamo a casa le nostre preoccupazioni, scappiamo da tutto e ci immergiamo in un nuovo ambiente. Non meraviglia quindi che quasi due quinti (il 38%) dei viaggiatori globali si sentano più sicuri di se stessi in vacanza, e vogliano essere sempre pronti per una foto, che sia sul balcone di un appartamento arredato con gusto o in una villa con piscina a sfioro. I guardaroba da vacanza giocano un ruolo essenziale, tanto che quattro viaggiatori su dieci (il 39%) afferma che il segreto per avere la giusta fiducia in se stessi in vacanza è avere il guardaroba adeguato, più importante quindi della relativa anonimità garantita dal viaggio stesso (citata dal 35% di intervistati, invece).

Andando più a fondo, la ragione principale del senso di sicurezza in vacanza è data dalla presenza di persone con cui ci si trova a proprio agio, come famiglia e amici (per il 73% degli intervistati). Per converso, un guardaroba scelto male può rovinare il senso di sicurezza di un viaggiatore: per il 24% dei partecipanti al sondaggio, se gli abiti portati in vacanza sono più funzionali che alla moda, questo è uno dei fattori principali che fa perdere la fiducia in se stessi.

Al di là del senso di sicurezza, un guardaroba da viaggio ha la possibilità di influenzare l’umore, giorno dopo giorno. Alla domanda su come ci fanno sentire le scelte di stile, le 3 principali emozioni elencate dai viaggiatori di tutto il mondo sono: a proprio agio (60%), rilassati (50%) e liberi (43%). E c’è di più: i dati dimostrano che queste sensazioni durano più a lungo del viaggio stesso, poiché quasi la metà di noi (il 47%) si sente ispirato a fare modifiche al proprio stile dopo una vacanza.

Simulazione di stile

Prima di un viaggio c’è sempre la parte (spesso stressante) delle ricerche, della pianificazione e della preparazione dei bagagli. Quasi la metà dei viaggiatori globali è d’accordo nell’affermare che apparire al meglio in vacanza è di fondamentale importanza (48%) e pertanto vuole essere in forma smagliante nelle foto che hanno maggiore probabilità di finire sui social media. Addirittura, una persona su cinque (il 19%) è così preoccupata del proprio aspetto in vacanza che preferirebbe spendere in abiti piuttosto che in attività da svolgere durante il viaggio.

Nella scelta dei vestiti da indossare in vacanza, i viaggiatori globali cercano ispirazione da amici (il 69%), famigliari (il 60%), programmi TV (il 44%) e influencer nel mondo della moda e dello stile (il 37%), alla ricerca di idee su cosa inserire nel guardaroba da viaggio. Ma ci sono anche aspetti di una vacanza che possono ispirare una vera e propria rivoluzione di stile:

Un po’ di sana competizione può essere un incentivo a vestire meglio, visto che il 30% degli intervistati desidera essere meglio vestito dei propri compagni di viaggio, desiderio che potrebbe influenzare la scelta degli abiti da portare in vacanza. Christian Cowan, stilista e ambasciatore di stile per Booking.com condivide i suoi segreti: “Non meraviglia che quello che vediamo intorno a noi in vacanza possa cambiare il modo in cui ci vestiamo, una volta tornati a casa. Ci abituiamo a vestirci in un determinato modo, ma quando viaggiamo le nostre menti si allargano e ci apriamo a nuove possibilità di stile, colori e tessuti. Guardare come si veste la gente del luogo è il modo migliore per trovare ispirazione. Sperimentare con lo stile del luogo e adattarlo al nostro look quando torniamo a casa può farci sentire come persone nuove, che sia un nuovo modo di acconciare i capelli, un colore forte a cui non siamo abituati o magari aggiungere un accessorio particolare come una sciarpa con una stampa vivace.”

Viaggiare al di fuori della propria zona di comfort

Quando si tratta di stile, i viaggiatori non hanno timore di uscire dalla propria zona di comfort in vacanza, per esempio provando outfit nuovi e diversi, in modo magari da portare alla luce i tratti meno noti della propria personalità. Oltre una persona su tre (il 35%) dice che i vestiti che indossa in vacanza sono più vivaci e più colorati di quelli che indossa tutti i giorni, e un quarto dei viaggiatori (il 25%) addirittura sceglie abiti più audaci quando è in vacanza. Solo una piccola minoranza (il 9%) dice di essere più riservato e meno appariscente mentre è in viaggio. Viaggiare può spingerci a provare che non adotteremmo mai a casa:

Christian Cowan aggiunge: “La vacanza è un momento per sperimentare con il proprio stile e l’ambiente in cui ci troviamo spesso ci permette di fare scelte audaci e avventurose dal punto di vista delle stampe, delle texture e degli accessori. È il momento ideale per provare un nuovo look che magari non si proverebbe a casa, che sia per una differenza di cultura o di clima. Quando si tratta di stile in vacanza il mio motto è: esagera o non provarci nemmeno!”

Ultime notizie

70 esclusivi invitati, tra agenti di viaggio e giornalisti, hanno avuto ieri sera l’opportunità di presenziare all’evento “Profumo di Stelle” realizzato da Idee per...

È il The Residence Maldives la novità della linea di prodotto Go Resort di Going. La struttura della catena alberghiera Cenizaro Hotels & Resorts...

Media Partnership