L’estate è arrivata e tutti sono in procinto di partire per le meritate vacanze, ma spesso si rischia di superare il budget previsto a causa di spese inaspettate o semplici inaccortezze. Molte sono le domande che le persone si fanno davanti alla necessità di pagare in paesi fuori dalla zona Euro: meglio la valuta locale o l’Euro? Dove prelevare? Pagare in contanti o con carta?

Ecco dunque i sette suggerimenti che N26, la Mobile Bank con il più alto tasso di crescita in Europa e che ha appena raggiunto i 100.000 clienti nel Belpaese, ha stilato in vista dell’estate:

  1. Valuta estera o Euro? Quando si decide di partire per un paese fuori dall’Eurozona e si effettua un pagamento con carta nasce il solito dubbio: sarà più conveniente pagare in valuta locale o in euro? La risposta è pagare con la valuta locale. Se si sceglie di pagare in Euro la banca locale o il POS potrebbero applicare un tasso di cambio meno vantaggioso.
  2. Attenzione al tasso di cambio. Quando si viaggia in paesi con valuta diversa è molto utile conoscere il tasso di cambio con l’euro e arrotondarlo per renderlo comprensibile e ricordarsene, in questo modo si potrà decidere dove è più conveniente cambiare i soldi. Unico accorgimento: evitare di cambiare i soldi in aeroporto. I tassi di cambio dell’aeroporto sono solitamente più svantaggiosi che quelli in città e spesso applicano una commissione maggiore.
  3. Pagamenti: carta o contante? Se viaggiate in paesi dove è possibile pagare con carta si dovrebbe sempre preferire questo metodo piuttosto che spostarsi con un’elevata somma di contanti in tasca. Prima di partire, però, bisogna sempre controllare che la propria banca, come N26, non applichi maggiorazioni sui pagamenti in valuta estera.
  4. Prelievi ATM senza sorprese. Nel momento in cui si ha la necessità di prelevare denaro bisogna sempre ricordarsi di farlo da un ATM di una banca: più sicuro e con meno commissioni rispetto agli sportelli che si possono trovare per strada, in luoghi pubblici o negli hotel. Inoltre, anche in questo caso, è bene ricordarsi di prelevare soldi sempre nella valuta locale.
  5. Attenzione alle truffe! Un ottimo modo per proteggere il proprio conto è impostare un limite giornaliero per i prelievi e i pagamenti. Durante i viaggi si è più esposti alle truffe e un controllo giornaliero alla app del proprio conto può evitare spiacevoli sorprese.
  6. Essere previdenti. È sempre meglio essere preparati per fronteggiare qualsiasi tipo di imprevisto, che si tratti della cancellazione di un volo o del furto del proprio cellulare. Meglio affidarsi quindi ad una banca che includa nei servizi del conto anche un’assicurazione sui viaggi all’estero.
  7. Controllare quotidianamente i movimenti del proprio conto. Soprattutto in vacanza è bene tenere sotto controllo in tempo reale ogni minima transazione in modo da non lasciarsi mai sorprendere da spiacevoli inconvenienti.

Ultime notizie

video

Oltre 10 milioni di persone trasportate, più di 300 città collegate e oltre 1.500 posti di lavoro creati in soli tre anni: sono i...

Un percorso partecipativo coinvolgerà associazioni e cittadini, Comune di Palermo e host palermitani per immaginare a quale progetto destinare parte del gettito della tassa...

Media Partnership