Airbnb

Airbnb ha lanciato la nuova opzione di pagamento dilazionato Pay Less Up Front, una funzione che permette agli ospiti di suddividere il costo della propria vacanza in due tranche. Al fine di bloccare una prenotazione gli ospiti non dovranno più pagare l’intero importo del soggiorno ma solo un deposito (circa il 50% del costo totale della prenotazione), per poi effettuare il saldo poco prima dell’effettivo inizio della vacanza. Questo a patto che manchino più di due settimane al viaggio e che si sia spesa una somma superiore ai 200 euro.

Se fino a pochi giorni fa Airbnb chiedeva agli ospiti di pagare l’intero importo del soggiorno al momento della prenotazione, infatti, con la nuova funzione la piattaforma inserisce maggiore flessibilità nei pagamenti, dando a la possibilità di assicurarsi la propria vacanza con un impegno economico iniziale più contenuto.

Non è un caso che la nuova funzione venga lanciata proprio a inizio anno, momento in cui molti viaggiatori vorrebbero iniziare a prenotare le vacanze estive approfittando del largo anticipo e dei prezzi più convenienti ma che, d’altro canto, coincide anche con la fine del periodo natalizio quando notoriamente le tasche sono già state messe alla prova dalle feste.

Con una spesa di €528 per famiglia (in aumento rispetto allo scorso anno del 4,4%), l’Italia si aggiudica infatti il terzo posto tra i Paesi Europei dove si spende di più per il Natale, preceduta solo da Regno (con €614) e Spagna (con €632). Nel caso degli italiani la spesa è destinata, nell’ordine, per il 39% ai regali, per il 25% al cibo, per il 24% ai viaggi e per il 12% al divertimento*.

Pay Less Up Front è disponibile sulla pagina del pagamento al momento della prenotazione. Come accennavamo all’inizio, la funzione è attiva per gli ospiti che spendono un minimo €200 ed effettuano la prenotazione almeno 14 giorni prima del check-in. Dal momento che i termini di cancellazione variano da host a host, i dettagli del saldo verranno specificati caso per caso nella mail di conferma della prenotazione.

L’annuncio segue il lancio di Airbnb Split Payments, la funzione che dallo scorso novembre permette agli ospiti Airbnb che non viaggiano da soli di suddividere i costi della prenotazione con gli altri partecipanti del viaggio, siano essi familiari o amici.

Ultime notizie

I partner di Visit California e della regione della Central Coast hanno celebrato la riapertura della storica autostrada Highway 1 con un corteo composto...

L'operazione #SettemariStoryteller con cui il tour operator di casa Uvet coinvolge da oltre un anno il suo pubblico sui social ha un vincitore:  si...

Media Partnership