450 milioni di dollari: questa la cifra a cui è stato venduto all’asta il 15 novembre scorso il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci, una delle 20 opere rimaste intatte del maestro toscano, battuto a New York dalla casa d’aste Christie’s.

E’ la cifra più alta mai pagata per un dipinto: l’acquirente è il Dipartimento di cultura e turismo di Abu Dhabi che intende esporlo al Louvre di Abu Dhabi, aperto ufficialmente da un mese, accanto ad un altro capolavoro di da Vinci, La Belle Ferronnière, attualmente in prestito dal Musée du Louvre di Parigi.

Realizzato da uno dei più grandi e celebrati artisti della storia, il Salvator Mundi è uno dei meno conosciuti dei 20 dipinti sopravvissuti del maestro del Rinascimento italiano. Risalente al 1500 circa, è un dipinto a olio su tavola che rappresenta una figura a mezzo busto di Cristo raffigurato come Salvatore del Mondo, posto di fronte allo spettatore, e vestito con una morbida tonaca azzurra e cremisi. La figura tiene un globo di cristallo nella sua mano sinistra mentre solleva la destra in segno di benedizione.

Mohamed Al Mubarak, Chairman del Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi ha dichiarato: “Siamo onorati di mettere in mostra al Louvre Abu Dhabi il Salvator Mundi, parte della ricca eredità di Leonardo da Vinci. Ciò è in linea con la nostra ambizione di condividere questo museo straordinario con il mondo, e con la nostra missione di ispirare una nuova generazione di leader culturali e di pensatori creativi nel dare il proprio contributo alla nostra nazione tollerante e in rapida evoluzione”.

Manuel Rabaté, Direttore del Louvre Abu Dhabi, ha dichiarato: “Il capolavoro di Leonardo da Vinci Salvator Mundi si accorda perfettamente con la narrazione del Louvre Abu Dhabi, il primo museo universale che abbatte le barriere tra le differenti civiltà.  Sarà in mostra accanto alla nostra collezione in crescita, e sarà un tesoro eccezionale di cui i visitatori potranno godere”.

Il museo si prepara anche ad aprire la sua mostra inaugurale, From One Louvre to Another: Opening a Museum for Everyone, il prossimo 21 dicembre 2017. L’esibizione traccerà la storia del Musée du Louvre a Parigi nel diciottesimo secolo. Divisa in tre sezioni, la mostra guarderà alle collezioni reali di Versailles sotto Luigi XIV; la residenza dell’Accademia dei Saloni, convertita in un palazzo per artisti; e la nascita del Musée du Louvre. L’esibizione ospiterà circa 150 tra dipinti, sculture e opere, per la gran parte provenienti dal Musée du Louvre, ma anche dallo Château de Versailles.

Il Louvre Abu Dhabi ospita 6,000 metri quadrati di gallerie, mostre, un Children’s Museum per i visitatori dai 6 ai 12 anni, un centro di ricerca, un ristorante, una boutique e un café. Il museo-città dell’architetto Jean Nouvel (una medina araba), si sviluppa sotto una cupola di 180 metri, composta da quasi 8,000 stelle metalliche unite in un complesso pattern geometrico. Si possono percorrere le sue promenade affacciate sul mare mentre la luce del sole filtra attraverso la cupola, creando una “pioggia di luce” che ricorda la sovrapposizione delle palme nelle oasi degli Emirati Arabi e nei tradizionali souq.

Ultime notizie

70 esclusivi invitati, tra agenti di viaggio e giornalisti, hanno avuto ieri sera l’opportunità di presenziare all’evento “Profumo di Stelle” realizzato da Idee per...

È il The Residence Maldives la novità della linea di prodotto Go Resort di Going. La struttura della catena alberghiera Cenizaro Hotels & Resorts...

Media Partnership