La scorsa settimana i vertici di Best Western Italia hanno presentato i risultati raggiunti nel 2016 e i progetti al via nel 2017.

Per il gruppo è stato un anno caratterizzato da cambiamenti importanti per adeguarsi alla nuova corporate identity del gruppo, rinnovata a partire dal marchio.

Una decisione che ha portato a scelte anche impopolari come l’esclusione di alberghi non più in linea con la nuova immagine o non disposti a sostenere un piano di ammodernamento.

img_2664-1Tanto che dal 2014 a oggi il contingente degli hotel a marchio Best Western in Italia è sceso da 182 nel 2014 ai 163 attuali che comprendono anche le sei new entry del 2016, con tre nuove destinazioni: Cheraso (Cuneo), Paderno Dugnano (Milano) e Paestum (Salerno) per un totale di 430 camere.

È andata decisamente meglio al fatturato, in aumento nonostante la contrazione delle strutture: nel 2016 il totale hotel bed & breakfast ha raggiunto i 230 milioni di Euro. Di questo il fatturato transato da Best Western si è attestato a 87 milioni di Euro, con oltre 530 mila room night e 297 mila booking veicolate dal CRS di brand. L’ADR (Average Daily Rate, la tariffa media giornaliera) dei canali del Gruppo è stata 101 Euro, con il web che si attesta come fonte più profittevole con una media superiore a 104,5 Euro.

Nel 2017 lo sviluppo del brand si concentrerà innanzitutto sull’apertura del nuovo Best Western Crystal Palace a Torino.  Nuove aperture previste anche a Firenze, Lamezia Terme, Messina e Napoli.

 

“Il nuovo anno si è aperto nel migliore dei modi – spiega il Ceo di Best Western Italia Giovanna Manzi – con un aumento del 10,5% del revenue a gennaio nel confronto con lo stesso mese dell’anno scorso, e un trend positivo per le prenotazioni effettuate per i prossimi mesi”

Ultime notizie

È stato presentato il progetto del nuovo Faloria Mountain Spa Resort, storica struttura alberghiera ampezzana che nel progetto dell’architetto Flaviano Capriotti si rinnova, riqualificandosi per ottenere la quinta stella...

Comprano stand alle fiere del turismo ma non sono in grado di portare i passeggeri da A a B, come dimostrano le numerose cancellazioni...

Media Partnership