Bit, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, lavora a pieno regime per fare della prossima edizione, in programma dal 10 al 12 febbraio 2019 a fieramilanocity, una nuova tappa della “Bit Revolution”.

Si tratta della terza edizione della nuova Bit che ha rivoluzionato il formato delle precedenti edizioni della fiera e che evolve verso nuovi obiettivi: il viaggio verso il 2019 riparte dalla nuova immagine, che riprende la grafica delle campagne precedenti, mantenendo cosi una continuità di messaggio. Protagonista dell’immagine è una giovane skater, simbolo di dinamismo, intraprendenza e voglia di scoprire, una viaggiatrice contemporanea che unisce freschezza, eleganza e informalità.
Accanto a lei, una citazione dell’immagine delle ultime tre campagne, moderna e basata sul flat design, che cita skyline e monumenti delle principali località del mondo.
Novità di questa edizione il claim Happiness is a Journey, un richiamo al tema del viaggio vissuto in prima persona con ottimismo e voglia di scoprire e scoprirsi, che sarà declinato attraverso tutta la comunicazione durante le tappe di avvicinamento alla manifestazione.

Non solo l’immagine, ma soprattutto i contenuti caratterizzeranno Bit 2019. Si confermano, infatti, le aree già apprezzate durante le scorse edizioni: A bit of Taste, area dedicata al turismo enogastronomico, tra le motivazioni principali che spingono il viaggiatore a visitare nuove o rinomate destinazioni; I Love Wedding, dedicata agli Honeymooners e al mondo delle professionalità che si muovono intorno a questo contesto specifico e diffuso; Bit4Job, l’area dedicata al Recruiting per il settore turistico che rappresenta un’occasione unica per chi vuole lavorare e migliorare il proprio business; BeTech, l’area dedicata al digitale e alla tecnologia che raggruppa i servizi di business & networking; MICE, spazio per il mondo degli organizzatori di eventi, convegni, meeting, incentive, centri congressi, location per eventi e hotel con sale convegni, che incontreranno qui i buyer specializzati.

Bit si preannuncia come un momento di confronto a 360 gradi. Spazio, infatti, anche alla formazione e alle tematiche più interessanti, attraverso un ricchissimo panel di convegni, che prevederà almeno 70 incontri durante i giorni di manifestazione.  Tra i temi che saranno trattati durante alcune conferenze è già possibile citare l’enogastronomia come driver dei territori, soggetto del convegno “Cibo, gusto e diversità culturali: il diversiTASTES training”, “Chef straordinari” con la scoperta delle destinazioni grazie ai grandi chef; il mercato, in continua crescita degli Study Abroad Program; quali le leve di successo e le opportunità offerte dai viaggiatori provenienti da Russia e Paesi “stan”.

Il viaggio verso Bit 2019 è ancora lungo, ma già oggi è possibile citare alcune realtà che hanno già aderito come espositori: si tratta, tra gli altri, di Repubblica Dominicana, Friuli-Venezia Giulia, Space Hotels, Nicolaus, Geco e Acampora travel. Inoltre Bit ha ricevuto la Trade Fair Certification da parte dello United States Department of Commerce degli Stati Uniti, che la certifica come piattaforma idonea per la aziende del mercato americano, offrendo un’opportunità in più per le aziende che puntano a fare business in quell’area geografica particolarmente ricca di proposte dal punto di vista turistico.

Per entrare già oggi in contatto con Bit 2019 e scoprire le novità che saranno svelate fino all’apertura di febbraio, è possibile seguire e interagire con i canali social della manifestazione e consultare il sito bit.fieramilano.it

Ultime notizie

Panettone o pandoro, e poi? Pesce al Sud e bollito al Nord? C’è davvero solo la tradizione e la sua “reinterpretazione” (sempre meno studio...

In Senato è stata raggiunta l'intesa per prorogare di ulteriori 15 anni l'esclusione del settore balneare dalla direttiva europea Bolkenstein entrata in vigore nel...

Media Partnership