I viaggi di lungo raggio svettano nella classifica di Evolution Travel in questa prima parte dell’inverno. Osservando da vicino i dati si rileva che le prime piazze sono occupate da:

– Maldive, sempre top destination;

– Thailandia, che conferma la sua seconda posizione;

– Marocco, meta rivelazione in grande ascesa

– Vietnam, costantemente in crescita anche per i soggiorni stanziali e i combinati.

Vale la pena soffermarsi sui numeri di questi ultimi due Paesi outsider per fotografarne l’ottima performance: rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, la destinazione maghrebina registra un incremento record del 178% e quella dell’Estremo Oriente segna un +151%.

Le cifre sono interessanti sia in percentuale sia rispetto al parametro dei valori assoluti, perché sono espressione della conferma di un buon andamento già avviato nei mesi scorsi, frutto di una diversificazione della programmazione e di un lavoro strategico di promozione presso il cliente finale e le agenzie.

Tra gli evergreen mantengono saldamente il loro piazzamento, staccati di poco, Stati Uniti, Mauritius, Cuba, Tanzania, Oman, India, Kenya, Repubblica Dominicana e Canarie.

“Siamo soddisfatti di come si sta comportando questa parte dell’inverno. Le preferenze dei nostri clienti continuano a interessare per le prime due posizione due classici come Oceano Indiano e Thailandia, ma gli exploit di Marocco e Vietnam sono davvero interessanti. La destinazione del Maghreb, come ci auspicavamo, sta riguadagnando il favore che le spetta, in virtù di una grande varietà di risorse e di una strategica vicinanza all’Italia. Abbiamo lavorato molto per promuoverla presso il pubblico finale, ma anche presso le ADV che premiamo la particolarità e diversificazione della programmazione. Anche per il Vietnam, pagano le molteplici possibilità di scelta con una gamma di tour ampia e adatta a tutte le tasche, nonché la promozione mirata”, commenta Marina Gasparini, responsabile Programmazione Prodotti.

Nota interessante rispetto all’andamento della stagione è quella relativa ai flussi relativi a Messico e Caraibi che, grazie al lavoro puntuale di informazione svolto in tempo reale in merito ai problemi legati a terremoto e passaggio uragani, non hanno prodotto cali significativi di prenotazioni. Tra le categorie di prodotto, la più richiesta si riconferma la formula classica di volo + soggiorno, con una durata media di 7 giorni/8 notti, seguita da tour organizzati e fly & drive.

Ultime notizie

È pronta a “salpare” la nuova programmazione 2020-2021 di Royal Caribbean International, con una flotta rinnovata secondo il piano di restyling Royal Amplified. Mantenendo la...

Andamento positivo delle vendite sul Sudafrica in casa Mappamondo, con le zone malaria free a fare da traino, grazie all’aumento della domanda da parte di famiglie con bambini, anche...

Media Partnership