Oggi nel corso del convegno “Quale futuro per il turismo? Personalizzazione, esperienza e tecnologia”, organizzato con il Master in Economia del Turismo della Bocconi, American Express ha presentato la sua nuova piattaforma di prenotazione viaggi, American Express Travel, che sarà accessibile a tutti (b2b e b2c) e permetterà di effettuare pagamenti con una rosa più ampia di strumenti, come il rivale Paypal. Una rivoluzione già annunciata a Skift il mese scorso ma che si pensava avrebbe impiegato più tempo ad arrivare in produzione. Attiva ora sul mercato americano all’indirizzo amextravel.com sostituirà presto anche l’attuale piattaforma italiana.

Con la nuova piattaforma – spiega AmEx in una nota – i clienti avranno dei vantaggi dedicati e creati ad hoc per loro grazie al network di partnership strategiche, fondate sulla fidelizzazione e sui servizi a valore aggiunto: potranno scegliere tra migliaia di destinazioni e avranno la possibilità di godere di un’ampia scelta di hotel, autonoleggio e voli. American Express risponde così alle richieste di mercato di una maggiore multicanalità e integrazione tra online e offline.

“L’innovazione ha sempre fatto parte del dna di American Express e, non a caso, anche la divisione viaggi negli ultimi 100 anni si è evoluta non solo per rispondere ma anche per anticipare le nuove esigenze dei viaggiatori. In quest’ottica si inserisce il nostro nuovo cambio di passo, che vede il lancio della nuova piattaforma, per raggiungere un pubblico più ampio possibile offrendo però le stesse competenze e servizi di alto profilo, un asset strategico e che da sempre ci consente di differenziarci sul mercato” – ha commentato Melissa Peretti, Country Manager American Express che ha anche celebrato la ricorrenza dei 100 anni di attività di AmEx nel settore travel.

Nel corso del convegno, che ha riunito alcuni protagonisti del settore turistico come Alitalia, MSC, Starhotels e Google, American Express ha presentato una ricerca in cui ha evidenziato come gli elementi irrinunciabili per il 93% dei viaggiatori sono proprio un servizio personalizzato e una maggiore interazione personale. Inoltre l’85% degli intervistati intende il viaggio come espressione del proprio stile di vita, delle proprie passioni ed esigenze ed è meno disposto a spendere per destinazioni omologate e tradizionali.

Investire per offrire un servizio personalizzato e di alto livello è quindi strategico, soprattutto considerando che per il 90% degli intervistati della ricerca di American Express, questo sforzo diventa un driver nella scelta.

Anche per questo American Express offre ai propri clienti il servizio Viaggi e Lifestyle, un vero e proprio Concierge che consente di avere un’assistenza 24 ore su 24 totalmente personalizzata, dalla prenotazione di un tavolo nei migliori ristoranti del mondo, al noleggio di una vettura con autista o di un jet privato.

Ultime notizie

In questa rubrica raccogliamo ogni settimana i 10 migliori articoli su turismo usciti su altre testate Il giorno del debutto di Centinaio Turismo, il trasferimento all'Agricoltura...
Ryanair

La Commissione Europea ha approvato la proposta di Ryanair per l’acquisizione del 75% della compagnia aerea austriaca Laudamotion (di cui attualmente detiene il 24,9%)....

Media Partnership