Si parla sempre più spesso di viaggi esperienziali; Parextour declina questa filosofia-modalità in ambito culturale.

Secondo il tour operator infatti non si tratta di una moda o di una tendenza ma di una esigenza reale: le persone per cui la cultura rappresenta un valore hanno preparazioni e interessi molto personalizzati, e cercano una corrispondenza che vi aderisca il più possibile.

Il viaggio culturale viene desiderato in anticipo, studiato accuratamente dai partecipanti; la vocazione del tour operator italo-iraniano è perfettamente coerente con questo bisogno.

Parextour è specializzato in Iran e Asia Centrale, offrendo inoltre viaggi nel Caucaso e in Medio Oriente. Nessun viaggio è standardizzato, moltissimi sono in esclusiva e le partenze anche su base individuale. Ma in questi mesi è stato fatto un passo in più: è nata una partnership con la testata Storica National Geographic, con cui vengono proposti viaggi in esclusiva per i lettori, prenotabili presso le agenzie di viaggio, bacino a cui Parextour si rivolge chiedendo di testare la propria affidabilità e specializzazione.

La prima partenza è per Capodanno in Turchia: il viaggio impostato sull’archeologia ha come momento clou la visita del Museo di Antalya – uno dei più importanti musei dell’antichità al mondo – in compagnia del suo Direttore. La risposta è stata il sold out nell’arco di poche settimane.

Grazie al successo di questa proposta, è nato un nuovo viaggio concepito per i lettori del mensile e in generale per il pubblico amante della cultura: un tour letterario in Iran in partenza il 3 marzo. Accompagnatrice d’eccezione sarà la Prof.ssa Anna Vanzan, docente di Iranistica all’Università Ca’ Foscari di Venezia che guiderà i partecipanti alla scoperta dell’Iran dei poeti, con soste in luoghi fuori dai circuiti classici arricchite da approfondimenti letterari.

“L’Iran è una delle destinazioni su cui ci riteniamo forti: grazie ai nostri uffici a Teheran siamo in grado di creare itinerari su misura, particolari e fuori dalle proposte classiche. I nostri clienti ci chiedono massima personalizzazione, non solo a livello di servizi ma anche nel taglio della proposta culturale. Il viaggio esclusivo di marzo, con una docente di riconosciuta fama, è stato ideato proprio per loro. Il nostro tour operator sta puntando molto sull’esperienza, le nostre destinazioni consentono di creare tour fuori dagli schemi; siamo certi che le agenzie che hanno una clientela attenta alla cultura possano trovare in noi un partner vincente” afferma Danilo Chiarappa, Direttore Operativo Parextour.

L’Iran continua ad essere meta di grande appeal per il mercato italiano. Aggiunge Chiarappa: “Le prenotazioni sull’Iran tramite advance booking sono aumentate del 25% rispetto al 2017, segnale che anche su queste destinazioni di nicchia il cliente è pronto e attento a prenotare con largo anticipo”.

Ultime notizie

Prosegue la strategia di crescita di TAP Air Portugal, che dopo l’attivazione la scorsa estate delle operazioni su Firenze, ora annuncia il lancio per la...

The Luxury Collection, parte di Marriott International, Inc., ha recentemente annunciato l'apertura dell'Hôtel de Berri, a Luxury Collection Hotel, Paris. Di proprietà della famiglia Dokhan,...

Media Partnership