Robintur Travel Group, il player della distribuzione turistica di proprietà di Coop Alleanza 3.0, ha aderito a FTO Italia, la Federazione Italiana Turismo Organizzato del Sistema Confcommercio, che rappresenta l’imprenditoria e l’industria del Turismo organizzato.

Robintur Travel Group opera nei segmenti leisure, business travel e turismo organizzato: la rete integrata del Gruppo è costituita da 96 agenzie di viaggio di proprietà con le insegne Robintur e Viaggi Coop e da quasi 200 agenzie affiliate in punti chiave delle principali città italiane. Del Gruppo fanno parte, inoltre, le società Via Con Noi, a Napoli, attiva nella selezione e commercializzazione dell’offerta Mare Italia, nello sviluppo della rete integrata e nel supporto agli affiliati, Robintur Travel Partner, con i propri associati sotto le insegne Robintur, e la Travel Management Company BTExpert.

“Aderendo a FTO – sottolinea il presidente di Robintur Travel Group, Stefano Dall’Ara – vogliamo contribuire a rafforzare il ruolo della distribuzione organizzata nel mercato del turismo, per migliorare la trasparenza, la qualità dei servizi e la convenienza delle agenzie Robintur e Viaggi Coop e dell’intero mercato, a beneficio dei consumatori”. Il mondo delle agenzie in Italia è ancora estremamente frammentato e, secondo Dall’Ara, FTO potrà svolgere un ruolo rilevante in diversi ambiti: “Per le reti di agenzie di viaggi – aggiunge il presidente di Robintur Travel Group – è importante confrontarsi e adottare politiche di sistema, in grado di favorirne l’evoluzione qualitativa e la loro capacità di servizio. Ad esempio fare fronte comune significa poter contrattare meglio con gli altri attori della filiera turistica, come i vettori ed i tour operator, che sono in gran parte multinazionali o aziende di grandi dimensioni. Oppure comunicare meglio al mercato vantaggi e valori della distribuzione organizzata di viaggi. Occorre poi affrontare insieme e condividere le evoluzioni normative, comprese quelle a tutela dei consumatori, e valorizzare quei soggetti che offrono maggiori garanzie, ad esempio in termini di conformità e coperture per la responsabilità civile ed il fondo di garanzia. Non ultimo, ci auguriamo che FTO possa diventare parte datoriale, per approdare ad un contratto collettivo nazionale di lavoro per i gruppi ed i network di agenzie di viaggio”.

Luca Patanè, presidente di FTO, accoglie così l’adesione di Robintur: “La forza della Federazione risiede in primis nei suoi associati e avere nella nostra squadra un gruppo del calibro di Robintur non può far altro che consolidare e implementare il nostro posizionamento nel settore. L’ingresso di Robintur – continua il Presidente di FTO – rappresenta un ulteriore passo verso la costruzione di una associazione forte sia a livello nazionale che a livello territoriale, capace di difendere gli interessi dei propri associati e in grado di essere un reale punto di riferimento per coloro che gravitano attorno ad essa”. Patanè si dichiara inoltre felice di avviare un percorso di sviluppo insieme ad una realtà come quella di Robintur Travel Group, con il quale gli attuali soci di FTO condividono la vocazione al turismo di qualità e la capacità di ascoltare e interpretare i bisogni del cliente.

Ultime notizie

Panettone o pandoro, e poi? Pesce al Sud e bollito al Nord? C’è davvero solo la tradizione e la sua “reinterpretazione” (sempre meno studio...

In Senato è stata raggiunta l'intesa per prorogare di ulteriori 15 anni l'esclusione del settore balneare dalla direttiva europea Bolkenstein entrata in vigore nel...

Media Partnership