Quando si parla di mare splendido, di vacanze da sogno, di mete irraggiungibili, si fa sempre riferimento ai Caraibi. La vacanza ai Caraibi è da sempre identificata dall’ordinario comune come una destinazione mitica in cui si va solo in occasioni speciali, come il viaggio di nozze, perché è troppo, troppo irraggiungibile. In realtà non è esattamente così.

Queste isole sono sicuramente uno dei paradisi terrestri per eccellenza e sono da vedere almeno una volta nella vita, ma oggi non si tratta di mete impossibili, soprattutto adottando qualche astuta strategia. Fra i metodi più comodi e, a conti fatti, più convenienti di fare una vacanza in questo paradiso tropicale, c’è sicuramente la crociera: clicca qui per vedere le offerte!

A quanto dicono coloro che vi sono andati fare questa vacanza con il metodo classico del volo + hotel è davvero massacrante perché è un continuo spostamento di bagagli, check in, check out, traghetti per gli spostamenti. Si finisce, insomma, con l’essere stanchissimi e, per questo, perdersi cose da vedere e non godersi la vacanza. Grazie a una crociera questo non succede: ci si sveglia ogni giorno su un’isola differente dopo aver comodamente, sempre, dormito nella propria cabina sulla nave, che altro non è che un magnifico resort mobile.

Perché scegliere una crociera msc Caraibi: bellezze da non perdere

Il momento migliore per andare ai Caraibi è quando in Italia fa freddo, poiché ci sono poche piogge e il clima è ideale, sui 27gradi circa e secco. In queste condizioni, godersi il paradiso da cartolina di questa meta è ancora meglio. Le coste di queste isole sono un continuo alternarsi di verdi colline e lidi di fine sabbia bianca, affacciate su acque azzurrissime, ricche di pesci tropicali. Guardando il paesaggio e sott’acqua facendo snorkeling sembra di essere in un film.

Qui e là, spuntano testimonianze del passato coloniale dei Caraibi, iniziato in primis con Cristoforo Colombo nel XV secolo, e proseguito nei secoli poi con gli inglesi e con le scorribande dei pirati (su cui sono ispirate moltissime leggende). Anche se questa meta è molto visitata, essa riesce comunque a mantenere un’aria del tutto fuori dal comune, tropicale, selvaggia, leggendaria. Non a caso in molti la scelgono come meta per svernare o per godersi la pensione.

Le bellezze dei Caraibi: imperdibile Antigua

Antigua è sicuramente l’isola più famosa, vanta 90 chilometri di spiagge bianche, immerse in aree naturali ricche di fauna terrestre e uccelli spettacolari. Alcune delle spiagge più famose sono Long Bay Beach, Half Moon Bay, Darkwood Beach, Curtain Bluff Beach, Jolly Beach. In seguito a un uragano spaventoso, avvenuto nel 1995 e che ha spazzato via tutto, alcune isole sono solitarie e pacifiche: delle piccole perle in cui trascorrere giornate tranquille a osservare gli animali, a fare bagni, a giocare con i pesci.

Non mancano, ovviamente, anche le spiagge allegre e movimentate, ricche di barche, locali, ristoranti, negozi. Nell’entroterra dell’isola non c’è più la foresta perché è stato fatto spazio a una grande piantagione di canna da zucchero, da visitare. Da non perdere il Donkey Sanctuary, con la tradizione degli asini, e la zona del Betty’s Hope con i suoi mulini a vento.

Ultime notizie

È pronta a “salpare” la nuova programmazione 2020-2021 di Royal Caribbean International, con una flotta rinnovata secondo il piano di restyling Royal Amplified. Mantenendo la...

Andamento positivo delle vendite sul Sudafrica in casa Mappamondo, con le zone malaria free a fare da traino, grazie all’aumento della domanda da parte di famiglie con bambini, anche...

Media Partnership