Non hanno tardato ad arrivare i risultati positivi conseguenti all’apertura del calendario di Valletta 2018 Capitale Europea della Cultura. Un evento che non solo sta facendo da garante alla crescita dei flussi turistici, ma un’importante occasione per Malta per esprimere al meglio la propria naturale vocazione alla proposta culturale di alto profilo. Le prime ricadute positive su tutto il segmento turistico sono state osservate sin dai primi eventi dell’anno: gennaio e febbraio hanno infatti già registrato un robusto aumento degli arrivi rispetto allo stesso periodo del 2017. Appuntamenti consolidati come l’International Baroque Festival, ma anche gli stessi eventi di apertura delle celebrazioni di Valletta 2018, hanno creato il fermento necessario per stimolare l’attenzione dei tour operator generalisti così come quelli specializzati in programmi dedicati alle nicchie.

Dopo un 2017 che aveva già registrato ottimi risultati con 2.273.837 arrivi, i primi due mesi del 2018 hanno già segnato una percentuale positiva del 17,8% nel numero di turisti internazionali. Uno sguardo più specifico al turismo italiano osserva che tra gennaio e febbraio 2018, gli italiani sono aumentati del 18,9% se paragonati agli stessi mesi del 2017.

Questi numeri raccontano Malta come una meta ideale per tutti i mesi dell’anno, ma possono essere considerati ancor più interessanti se proporzionati alle dimensioni ridotte dell’arcipelago maltese, soprattutto quando paragonate ad altre destinazioni mediterranee.

Concentrando l’attenzione verso i tour operator specializzati, si può osservare il crescente interesse nei confronti del segmento degli English Language Teaching (ELT).

In un quadro culturale di così straordinario fermento come quello che la capitale maltese sta attraversando quest’anno, è certamente facile catturare l’interesse degli studenti che a Malta possono trovare un territorio ideale per mettere alla prova le proprie competenze linguistiche in un ancor più vibrante contesto internazionale. Le statistiche vedono infatti un forte incremento del numero degli italiani che arrivano a Malta per studiare l’Inglese: il 2017 ha infatti registrato una crescita del 36,2% (25.594 totali) aggiudicandosi il 25,6% di market share.

Tra le tendenze è interessante osservare quella del target famiglie che sempre di più scelgono Malta per una vacanza e al contempo colgono l’occasione per un corso di lingua specifico per ciascun membro. Si può infine rilevare che, anche se la crescita del segmento ELT è globale, il principale incremento è stato registrato nella fascia d’età sotto i 17 anni, che attualmente copre il 72% di tutti gli studenti d’inglese italiani a Malta. Quest’ultimo dato, spiega anche l’aumento di interesse per Malta nella classifica delle preferenze per le esperienze di stage all’estero previste dai programmi obbligatori di alternanza scuola lavoro nella scuola secondaria superiore.

“Confidiamo che l’andamento positivo dei numeri si mantenga costante per la prossima stagione. Valletta 2018 continuerà fino alla fine dell’anno a dare un robusto contributo attrattivo col suo calendario di eventi culturali. Sono decine gli appuntamenti ancora in programma: tra questi annoveriamo sia eventi studiati ad hoc per l’occasione, sia appuntamenti ricorrenti, come il Green Festival che si terrà nei prossimi giorni oppure ilMalta Jazz Festival di luglio”  ha dichiarato Claude Zammit Trevisan, Direttore MTA Italia.

Ultime notizie

Prosegue la strategia di crescita di TAP Air Portugal, che dopo l’attivazione la scorsa estate delle operazioni su Firenze, ora annuncia il lancio per la...

The Luxury Collection, parte di Marriott International, Inc., ha recentemente annunciato l'apertura dell'Hôtel de Berri, a Luxury Collection Hotel, Paris. Di proprietà della famiglia Dokhan,...

Media Partnership