Visa, 2015: gli stranieri hanno speso in Italia il 16% in più. Inglesi “Paperoni”

Turisti
Turisti

Cresce l’appeal dell’Italia come meta turistica e come destinazione per lo shopping. La riprova arriva dai dati Visa Europe: nel 2015, le spese effettuate degli stranieri con carte Visa sono salite del 16% a 12,8 miliardi di euro. L’anno scorso, invece, gli italiani all’estero hanno prodotto volumi pari a 9,8 miliardi (+11%).

I top spender a casa nostra sono gli inglesi, con 3,1 miliardi. Seguono gli americani con 1,5 miliardi e i francesi con 1,4 miliardi. La top five è completata da Germania e Svizzera. Guardando a est, aumentano i consumi dalla Cina con 562 milioni di euro (+56%) mentre calano i consumi dalla Russia (-37%) e pure, per quanto riguarda le Americhe, dal Brasile (-19%). I visitatori stranieri in Italia hanno riservato gran parte del loro budget, secondo le transazioni registrate da Visa, al settore alberghiero e ricettivo: in totale si tratta di spese per 3,2 miliardi, pari a un +10,7% anno su anno. In seconda posizione ci sono la moda e l’abbigliamento (2,4 miliardi, +8%) e in terza i prodotti e i servizi assicurativi con 1,4 miliardi di euro (+35% rispetto al 2014).

Per quanto riguarda le spese degli italiani all’estero, vince il Regno Unito: è la destinazione che riporta i maggiori volumi di spesa da parte dei nostri connazionali, pari al 31% del totale con 3,1 miliardi di spesa. Al secondo posto il Lussemburgo con 1,33 miliardi (+44,3%), seguito dalla Spagna con 1,05 miliardi di volumi spesi.